La Cooperativa. Attenzione:
Ricerca di Personale

La Cooperativa di Traves è nata nel gennaio 1947,con la denominazione di "Società Operaia di Consumo - Traves".

Questa è la data ufficiale della seconda società nata a Traves.

Recentemente inoltre è stato rinvenuto un libro di formato 44x54 cm, in cui sono elencati i soci paganti le quote relative agli anni 1919-1924, di questo fa riferimento l'articolo Libro quote .

La prima società con denominazione Cooperativa di consumo di Traves è datata 25 febbraio 1917 ed è di questa che voglio parlare.

In un libro con la scritta "Libro dei verbali" trovato nell'archivio parrocchiale di Traves si hanno tutti i dati relativi a questa Cooperativa. Ogni pagina di tale libro è vidimata dal notaio Caveglia di Lanzo Torinese, che postilla l'ultima pagina dello stesso. Inoltre in ogni pagina compare lo stemma scelto a timbro della Società che si è fondata.

Nella prima pagina datata 25 febbraio 1917 c'è il resoconto della fondazione di detta Cooperativa.

Di seguito sono elencate le pagine e le date più significative trovate sul libro dei verbali, redatto sempre da quello che sarà poi il segretario della stessa, il prevosto di Traves, il canonico CLERICO avvocato don Tommaso.

Ecco le principali date significative, ricavate dal contesto dei verbali per qualcosa di particolare e peculiare descrivente la situazione del paese e dei paesani in quegli anni, dal 1917 al 1922.

La prima data come detto è del 25 febbraio 1917 e l'ultima del 1922.

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

1917

25 febbraio

Prima riunione tra abitanti di Traves con idea di fondare una Cooperativa per il bene dei soci

 

4 marzo

Assemblea plenaria di tutta la popolazione delle varie frazioni: vengono nominati i rappresentanti delle varie frazioni. Nella prima parte si tratta dei motivi per cui si è pensato di fondare una Società di Cooperativa. Nella seconda parte del verbale si elencano i risultati delle votazioni con i nomi degli eletti per singola frazione.

 

11 marzo

Prima riunione del consiglio formato dai rappresentanti eletti: viene nominato il Presidente, i Vice, segretario, cassiere e consiglieri

 

18 marzo

Seconda riunione con la stesura dello Statuto ( vedasi le pagine 4, 5, 6, 7, 8 )

 

25 marzo

Terza riunione: si stabilisce di porre una data limite per iscrizione dei soci fondatori.

 

1 aprile

Data termine per l'iscrizione dei soci fondatori (totale di 160 soci)

Di settimana in settimana si riuniscono sempre nella stessa sala consigliare in frazione Corgne, messa a disposizione dal geometra Bergagna Francesco, eletto cassiere della costituenda Cooperativa. Nel frattempo vengono individuati due locali, uno per il magazzino e uno per il forno della Cooperativa, rispondenti agli scopi e alle finalità della stessa.

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

1917

29 aprile

Si stabilisce di aprire il magazzino a far data dal 7 maggio

 

6 maggio

Delibera per l'apertura del magazzino dalle ore 7 del 7 maggio; viene compilato il listino prezzi e viene stilato l'inventario delle provviste esistenti a magazzino

 

10 giugno

Viene verbalizzato il primo rendiconto di cassa a magazzino; stabilita la norma a statuto per le assenze dei consiglieri: tre mesi sono assenze, dopo i sei mesi sono considerati dimissionari.

 

12 agosto

Si ha notizia di pagamento di Lire 5 per socio aderente.

 

9 dicembre

Il consiglio nota con piacere il buono stato finanziario, il quale dà un lieve utile, invece del solito deficit dei mesi scorsi. Una cosa che molto preoccupa è la deficienza del grano e delle farine per la confezione del pane e a tale riguardo si prendono opportuni provvedimenti.

Inizia l'anno 1918, sono anni di guerra, in merito una piccola citazione verrà fatta più avanti ma mai nelle pagine viene descritta in modo pesante e drammatico la situazione del paese in questi anni.

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

1918

12 maggio

Viene indetta l'assemblea generale dei soci per la 2° domenica di giugno

 

9 giugno

Assemblea plenaria: relazione dei revisori dei conti. Lettura di una relazione che afferma che i medesimi conti sono stati fatti con la massima esattezza e precisione, come pure la relazione dell'esercizio finanziario annuale dà la migliore fiducia di un prospero avvenire essendosi chiuso con un lieve attivo, cosa che fa sperare bene quando si avranno tempi di pace e prezzi più miti.

 

14 luglio

Si toglie la seduta alle ore 18 3/4

 

9 agosto

Si deve eleggere un rappresentante della Cooperativa di Consumo di Traves nel Comitato Provinciale degli Approvvigionamenti. Si propone ai voti il geom. Bergagna Francesco.

 

13 ottobre

Si stabilisce di tornare all'orario invernale per le convocazioni delle assemblee, si torna così alle ore 14.

Anche il 1918 è finito, non viene fatto alcun accento alla fine della I° guerra mondiale, probabilmente perché qualcosa di grande e di più dannoso per il paese avviene nei mesi di fine anno, tra ottobre e dicembre, difatti nella prima riunione del nuovo anno si trova la seguente citazione riportata, con l'inizio del 1919.

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

1919

12 gennaio

"In questa adunanza si fa il rendiconto del mese di ottobre, novembre e dicembre perché a causa della malattia epidemica serpeggiante per queste ed altre contrade d'Italia, molti dei Consiglieri erano impossibilitati ad intervenire alle adunanze".

 

13 aprile

Scadono i due anni del Consiglio di Amministrazione, si decide di convocare le elezioni per la prima domenica del mese di maggio.

 

4 maggio

Elezioni del nuovo consiglio di amministrazione

 

11 maggio

Cagliero Marco di Pietro eletto revisore dei conti

 

14 settembre

Si segnala l'aumento del prezzo delle farine da parte del consorzio granario, di ben 10 lire al quintale. Si deve pertanto ritoccare il prezzo del pane e lo si stabilisce in lire 0,75 al Kilogrammo

 

12 ottobre

Si rende necessario portare il prezzo del pane a 0,80 lire al kilogrammo. Si stabilisce inoltre il ritorno all'ora invernale per le riunioni dell'assemblea, dalla seconda domenica del mese.

Arriviamo al 1920.

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

1920

22 febbraio

Assemblea straordinaria con il seguente ordine del giorno:

1.     Conto finanziario mensile

2.     Festeggiamenti del Terzo centenario parrocchiale

3.     Inaugurazione e Benedizione della bandiera Sociale

4.     Nomina dei portatori della bandiera

I succitati sono Sperta Giacomo, Perino Giovanni fu Luigi e Drappero Francesco fu Martino.

 

9 maggio

Si propone un aumento di paga al panettiere e al magazziniere.

Ecco il 1921.

 

Anno

Data

Fatto particolare e significativo

 

1921

9 gennaio

Viene inoltrata richiesta di riconoscimento giuridico della Società. Incaricato il notaio Giovanni Bruna di Lanzo Torinese. Nella stessa riunione viene presentata la delibera del Comune di Traves che ha scelto di staccarsi dall'ente autonomo degli approvvigionamenti di Lanzo Torinese e Corio. La Cooperativa con voto unanime si rifiuta di staccarsi da tale ente, anzi si richiede di essere rifornita direttamente dall'ente stesso. "Chiedono che il rifornimento sia fatto per numero 795 razioni di ogni genere contingentato essendo tale il numero dei soci".

 

 

13 febbraio

Si decide in via provvisoria e temporanea di confezionare il pane presso il forno della Società per alcune persone che non vi appartengono.

 

13 marzo

"Nella seconda quindicina di marzo ebbero luogo le lezioni per la rinnovazione del Consiglio di Amministrazione che scade in via ordinaria.

Alla frazione Villa sono stati eletti Clerico don Tomaso, Olivetti Domenico fu Batista, Olivetti Albino fu Battista.

Alla frazione Perini è stato eletto Perino Duca Pietro.

Alla frazione Andrè sono stati eletti Garbolino Giardin Ignazio, Perino Giovanni fu Luigi, Fornelli Francesco fu Michele.

Alla frazione Bertolè sono stati eletti Perino Bernardo fi Giuseppe, Perino Giuseppe di Michele.

Alla frazione Biò e Corgne sono stati eletti Bergagna geom Francesco e Drappero Battista.

Alla frazione Grangia sono stati eletti Fornelli Luigi fu Giuseppe, Bonamico Giuseppe di Giacomo.

Alla frazione Rosello è stato eletto Sartoris Pietro fu Dom.co

Alla frazione Malerba è stato eletto …..

Alla frazione Tese è stato eletto Berno Luigi

Vista regolare e senza contestazione la votazione.

Considerando che tutti gli eletti Consiglieri hanno le condizioni volute dal nostro Statuto, la Presidenza li proclama senz'altro eletti e da ordine al segretario di invitarli per iscritto a domicilio di trovarsi alla prossima adunanza fissata per la domenica 17 aprile alle ore 16,30 nella sala sociale con il seguente ordine del giorno

1.   Rendiconto finanziario

2.   Relazione dei revisori dei conti (poi cancellata).

3.   Nomina del Presidente

 

 

 

17 aprile

Seguendo l’ordine del giorno si procede alla nomina del Presidente, dei due vicepresidenti, del Cassiere e del Segretario. La votazione si fa per schede e per divisione. A maggioranza di voti lo scrutinio da il seguente risultato. E’ eletto presidente Fornelli Luigi fu Giuseppe. Sono eletti Vicepresidenti : Perino Bernardo di Giuseppe e Olivetti Domenico fu Battista. E’ eletto Cassiere il geometra Bergagna Francesco, per segretario è eletto Clerico don Tommaso. In seguito sono eletti a revisori dei conti Perino Giacomo fu Michelangelo e Olivetti Ignazio fu Ignazio.

 

 

8 maggio

Altra riunione senza fatti di rilievo particolare.

 

 

12 giugno

Altra riunione senza fatti di rilievo particolare.

 

 

10 luglio

Altra riunione senza fatti di rilievo particolare.

 

 

14 agosto

Altra riunione senza fatti di rilievo particolare.

 

 

11 settembre

E’ messa in discussione la proposta di concedere qualche indennizzo al portabandiera ogni qualvolta deve portarla in qualche funzione o riunione che interessi la società, o per deliberazione del Consiglio di Amministrazione deve essere portata fuori del Comune in rappresentanza. Si delibera di dare lire cinque al portabandiera quando la porta nel Comune, e dare lire dieci qualora la portasse fuori Comune. Ciò sempre per incarico della Presidenza.

 

 

9 ottobre

Altra riunione di normale amministrazione.

 

 

11 dicembre

Si segnala che “ … questo abbassamento di cassa è dovuto alla provvista di farina e di altre derrate che furono pagate e non ancora consumate … “

 

1922

8 gennaio

Presenti Perino Battista di Giuseppe, Clerico don Tommaso, Bergagna geom. Francesco, Perino Giuseppe di Michele, Perino Giovanni fu Luigi, Fornelli Francesco, Garbolino Giardin Ignazio, Sartoris Pietro fu Domenico.

“ Viene messo in discussione la proposta di concedere un sussidio al socio Perino Bartolomeo di Francesco per i danni sofferti a causa della ventura avuta di avere bruciata la casa e le provviste ivi esistenti. Viene deliberato ad unanimità di dare un soccorso di lire cento … “

 

 

12 febbraio

Alle ore 14,30 sono presenti Perino Bernardo di Giuseppe, Clerico don Tommaso, Bergagna geom. Francesco, Garbolino Giardin Ignazio, Fornelli Luigi fu Giuseppe, Fornelli Francesco, Bonamico Giuseppe di Giacomo, Sartoris Pietro, Berno Luigi.

 

 

12 marzo

E’ questa l’ultima riunione verbalizzata.

Al ore 14,30 sono presenti “ nella solita sala sociale in frazione Corgne “ Perino Bernardo vicepresidente, Bergagna geom Francesco Cassiere, Clerico don Tommaso Segretario, Perino Giovanni fu Luigi, Fornelli Francesco fu Michele, Perino Giuseppe di Michele, Berno Luigi, Sartoris Pietro.

L’adunanza è aperta e presieduta dal Vicepresidente Perino bernardo. Il rendiconto finanziario mensile dà il seguente risultato.

Entrate totale lire 19.040,00.

Totale Uscite 19.090,00

Risulta un disavanzo cassa di lire cinquanta che sommate con il disavanzo del mese precedente che era di lire 1.382,05 formano un disavanzo totale di cassa di lire 1.432,05.

In questa seduta si delibera di tenere le adunanze alle ore 17 anziché alle ore 14.

L’adunanza è tolta alle ore 16,30

 

Cercasi banconiere per Cooperativa di Traves (Bar - Trattoria)
Rivolgersi a Cooperativa di Traves : tel. 0123 410011

(vai a inizio pagina)